Archivio di Novembre 2010

Laboratorio di filigrana

Conversazione con Emanuele Marfisi

gio 25 novembre ore 20,30

Sala Musicale Comunale
p.zza libertà 3, Toscanella di Dozza (Bo)

Emanuele Marfisi

Diario di classe

Diario di classe, romanzo d’esordio dell’autore imolese Emanuele Marfisi – che narra le vicende di un alunno degli anni Ottanta, oggi maestro precario nella provincia bolognese – ha appena ricevuto due importanti riconoscimenti. L’opera si presenta come un efficace ritratto, spesso ironico, della generazione che è stata adolescente durante gli “spensierati” anni del disimpegno. La vis narrativa (vivace, edificata su battute destinate a suscitare riso e sorriso) ha consentito al romanzo di concorrere al Premio nazionale di letteratura umoristica Umberto Domina di Enna. Premio che Marfisi ha vinto. Il romanzo si è anche classificato secondo ex aequo a un altro premio nazionale: il Cava de’ Tirreni.

Emanuele Marfisi è nato a Faenza nel 1972. Fa il maestro in una piccola scuola di campagna, sperduta nella bassa pianura bolognese. Diario di classe è il suo primo romanzo e ha vinto il Premio nazionale di letteratura umoristica Umberto Domina (Enna).

Samantha Zavoli

“Dove vanno le bolle di sapone?”

illustrato da Raffaella Di Vaio
Freaks Edizioni

SABATO,  13 novembre ore 10,00
Sala Civica Biblioteca di Toscanella di Dozza (BO), piazza Libertà 3

Sei ai salito a bordo di una mongolfiera colorata con i colori dell’arcobaleno, insieme a un coccodrillo tutto verde e a un orso bruno intenti a farebolledi sapone?
No? Allora questa è l’avventura che fa per te. E’ arrivato il momento di partire: viaggiare è bellissimo! Ora sei pronto abbandoa le tue paure e … buon viaggio!

Samantha Zavoli scrive per liberarsi dalle mille domande in attesa di risposta, per avere un altro punto di vista, perchè la diverte, e perchè scrivere è un po’ farsi un viaggio, dove non conta la partenza o l’arrivo, bensì il transito. Ha pubblicato “Diciassette per due”, raccolta di racconti scritta a quattro mani con Tatjana Gadanski, è fra gli autori della Giovane Antologia Faentina ed ha partecipato ad altre raccolte con propri racconti.

Raffaella Di Vaio vive e lavora a Faenza.
“Nata con la matita”, dipinge e disegna da sempre.
Così ha fatto di questa passione la sua professione.
Si occupa di illustrazione di libri per bambini e ragazzi, illustrazione pubblicitaria,
pittura, grafica pubblicitaria e grafica editoriale, scenografie e costumi per il teatro,
arredamento, redesign, decorazione di mobili e di complementi d’arredo.
La sua produzione più recente include anche shoppers dipinte (“I love shop…pers!”),
spille badge in latta con le sue illustrazioni (“Le SpilLattine-colorate e sgarzoline”) e
spille di feltro realizzate e ricamate a mano, con i soggetti delle sue pitture
(“Spillissime-le spille più bellissime”).
Collabora come atélierista con scuole per l’infanzia.
Tiene laboratori di disegno, illustrazione e tecniche creative in asili nido, scuole
dell’infanzia, università degli adulti, scuole di disegno a spasso per la Romagna.
Ha partecipato a concorsi nazionali e internazionali di pittura, illustrazione, grafica,
design, vincendo numerosi premi e ottenendo riconoscimenti e pubblicazioni.
I suoi lavori fanno parte di collezioni private in tutta Italia e all’estero (Svizzera,
Francia, Germania, Spagna, Regno Unito, Israele, Canada).
www.raffaelladivaio.com

…Ciro, in un ambiente in cui si sono ormai avverate le più nere previsioni climatiche attuali, è pungolato dal ricordo di una donna appassionata e impulsiva.

Sandra continua, giorno dopo giorno, la salda vita che ha voluto, cercando di conciliare i ruoli di moglie e di madre con gli interessi, gli hobby personali e qualche rimpianto molesto.

Due storie parallele che potrebbero anche essere lette separatamente, siglate dall’aroma della quotidianità, in cui sentimenti ed emozioni hanno varie gradazioni cromatiche. Due storie che si intersecano loro malgrado, anche se i protagonisti, come spesso succede, forse non lo sapranno mai. Due storie che hanno in comune, in ogni caso, una scelta esistenziale simile, sulla cui validità ciascun lettore darà a se stesso la propria risposta.

HALLOWEEN JUNIOR ringraziamenti mostruosiiiiii

Personalmente, vorrei RINGRAZIARE tutte le persone che con le loro idee e i loro grandi sforzi hanno dato origine e portato a compimento la Festa di Halloween Junior 2010.

Per la fiducia vorrei dire GRAZIE al Sindaco, all’Amministrazione Comunale, al Dirigente Scolastico che fino ad oggi ci hanno riconosciuto dandoci la loro approvazione.

Per la presenza e la sorveglianza RINGRAZIO la Polizia Municipale, il Comando dei Carabinieri e anche tutti i residenti che ci hanno aiutato durante la serata a mantenere il rispetto e il decoro nel Borgo di Dozza.

Vorrei anche RINGRAZIARE gli anziani della Toschi Cerchiari che hanno contribuito arricchendo il contenuto della festa con i loro racconti del passato.

Anche agli amici che non potevano esserci un GRAZIE per il loro pensiero.

Ma soprattutto…

GRAZIE a tutti i BAMBINI,

perché sono LORO che hanno reso questa giornata veramente INDIMENTICABILE!!!!!

Maria Grazia

 

Ringrazio tutti i volontari per il loro prezioso aiuto, per il tempo donato, per le idee divertenti che hanno arricchito ancora di più lo scenario di Halloween Junior.

Ma soprattutto grazie per la vostra amicizia, senza la quale non riusciremmo a migliorare,  a sostenere e a riproporre altre pazze ma divertenti iniziative. Claudia

 

Per la caccia al tesoro:
Gabriella
Marilina e suo marito
Gabri
Palmiro
Caterina
Mannes

Valerio

e i bambini che hanno aiutato a creare il materiale per la caccia

Per le letture:
Raffaella
Maria Grazia
Michele
Gabri
Silvia
Veronica

Per i truccabimbi:
Laura
Gaia
Carmen

Per l’angolo creativo:
Veronica
Silvia L.
Claudia

Per il tiro a segno
Silvia e Valerio
Claudia

Michela per le patatine

Per il vicolo della Paura:
Sabrina
Arianna
Brianna
Lorena
Roberto

Per Vota la Zucca più Bella:

Francesca

Riccardo

Tiziano

Rina

Per il braciere delle paure

Palmiro

Mannes

Maria Grazia

Per il suono

Associazione Musicale Dozzese

Istituto Comprensivo di Castel Guelfo e Dozza

Per i gazebo:
Comune di Dozza
Francesca

Per il montaggio dei Gazebo:
Antonio
Michele
Gabri
Palmiro
Silvia
Claudia

Andrea
Oriano e i suoi amici

Per le cene mostruose:

La Piccola Osteria del Borgo

La Locanda del Castello

e naturalmente il Comune di Dozza che ci ha concesso il Patrocinio per  l’utilizzo del suolo pubblico, la Polizia Municipale per la loro supervisione

Don Francesco e i dozzesi, per la pazienza e per la viva partecipazione

tutti i bambini che hanno animato e riempito le strade, le piazze del borgo di allegria e divertimento senza creare disagi,

i loro genitori, parenti e amici provenienti da terre vicine e lontane (es. Cervia)

gli anziani della Toschi Cerchiari per le loro preziose testimonianze del passato, che hanno riportato alla luce alcuni punti in comune con la nostra festa

GRAZIE A TUTTI!!!!!

PS: STIAMO RAGGRUPPANDO TUTTE LE FOTO DELLA FESTA… Se vi fa piacere che anche le vostre foto vengano pubblicate sul nostro sito inviatele a info@incontridozzesi.it

Facebook
Iscriviti per: MAILING LIST
* = campo richiesto!
Galleria Immagini